Sugli Zingari

articoli, libri e film sulle tracce dei rom ai margini delle città

9 Apr, 2016
in Rassegna stampa | scritto da Germano Baldazzi

Rom: Sant’Egidio, nella Giornata internazionale “moratoria” dell’utilizzo della “questione” a fini politici

Dal quotidiano del SIR, 07 aprile 2016

“Se si vuole parlare di Rom e Sinti lo si faccia cercando soluzioni ai loro problemi, ma senza ‘utilizzarli’ in modo strumentale”. È l’appello che lancia la Comunità di Sant’Egidio alla vigilia della giornata internazionale dei Rom (8 aprile), chiedendo “una ‘moratoria’ dell’argomento Rom a fini politici”. “Registriamo con preoccupazione – osserva la Comunità, che in occasione della giornata internazionale festeggerà con Rom e Sinti a Roma, in Via Anicia 7, dalle 17 – a ogni tornata elettorale (e già largamente si registra anche in questa) l’utilizzo strumentale della ‘questione Rom’ con toni spesso violenti e denigratori che fomentano gli istinti peggiori della cittadinanza mettendo a rischio l’equilibrio, spesso precario, della convivenza nelle nostre periferie e comunque stigmatizzano un intero popolo dietro a pregiudizi, luoghi comuni e responsabilità individuali”. Invece, “i problemi dei Rom sono altri e vanno affrontati in modo responsabile”. Insieme ad ebrei e migranti, spiega il testo, i Rom “costituiscono il principale obiettivo della propaganda dei nuovi partiti e movimenti neonazisti e di estrema destra, con attacchi fisici a persone, case o quartieri in cui abitano”. Anche in Italia, prosegue Sant’Egidio, manca “una via positiva di convivenza: da anni l’attenzione dei media e le politiche pubbliche concentrano la loro attenzioni sugli aspetti emergenziali (divenuti cronici con le note degenerazioni emerse anche dalle inchieste romane di ‘Mafia Capitale’) e di ‘conflitto sociale’, senza investire seriamente sull’integrazione e sul superamento delle politiche segregatorie”. A quattro anni dalla strategia nazionale per l’integrazione dei Rom, elaborata dall’Italia sulla scia del “Quadro dell’UE per le strategie nazionali di integrazione dei Rom fino al 2020”, la Comunità di Sant’Egidio osserva come la sua implementazione sia “ancora del tutto iniziale”, chiedendo “un’accelerazione” della messa in pratica di questa strategia soprattutto per tre ambiti: scolarizzazione di qualità, superamento della logica emergenziale e superamento della segregazione abitativa istituzionalizzata.

http://agensir.it/quotidiano/2016/4/7/rom-santegidio-nella-giornata-internazionale-moratoria-dellutilizzo-della-questione-a-fini-politici

Scrivi un commento