Sugli Zingari

articoli, libri e film sulle tracce dei rom ai margini delle città

10 May, 2017
in Rassegna stampa | scritto da Filippo DB

Prenestino, una ventenne e 2 bimbe rom morte nel rogo del loro camper

Sembra che nel veicoli dormissero una decina di persone quando si è sviluppato il rogo per cause ancora imprecisate. Le bambine avevano 4 e 8 anni, le vittime erano sorelle

Tragedia in via Mario Ugo Guattari, nei pressi di viale della Primavera, al Prenestino. Una ragazza di 20 anni e due bambine di 4 e 8 anni rom, tutte sorelle, sono morte nell’incendio di un camper avvenuto alle spalle di un centro commerciale «Primavera» . In salvo i genitori e gli altri fratelli (in tutto i figli erano 11): il cognome della famiglia è Halilovic. I primi due cadaveri sono stati trovati subito, l’altro poco dopo. Sul posto polizia e vigili urbani.

«Ci dormivano in dieci»
Sembra che nel veicolo dormissero una decina di persone quando si è sviluppato il rogo per cause ancora imprecisate. Erano le quattro di notte quando le fiamme si sono levate dal camper. Indaga anche la polizia scientifica che sta svolgendo un sopralluogo. Scene di disperazione fra i parenti delle vittime.

Le vittime
Le vittime secondo una prima ricostruzione dormivano nella parte alta del camper in una sorta di soppalco dal quale non sono potute scendete quando le fiamme hanno avvolto il veicolo. Il capo famiglia aveva parcheggiato il camper da qualche giorno proveniente dal campo di via Salviati a Tor Sapienza tristemente noto per i roghi tossici e anche per la tragedia della studentessa cinese travolta da un treno a dicembre mentre inseguiva i suoi scippatori. I primi a intervenire sono atti i vigili urbani poi sono arrivati pompieri e polizia. Cautela sulle cause del rogo non si esclude alcuna ipotesi compresa quella dolosa. Il veicolo era parcheggiato in uno spiazzo a qualche centinaio di metri dai palazzi dai quali si sono viste le fiamme. Non è chiaro se qualcuno sia sceso per aiutare i rom a mettersi in salvo in quei drammatici momenti.

Fonte: Corriere della sera del 10/05/2017

Tags: , ,

Scrivi un commento